HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 6/2011 novembre

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2011 novembre | pagina 31

Una berlina nera č per sempre
Alcune auto si svalutano meno di altre. Grazie al tipo
di carrozzeria e al colore

In tre anni, un’automobile nuova perde in media circa il 40% del suo valore. La svalutazione varia molto a seconda del tipo di vettura.

Per sapere quali sono gli elementi che fanno la differenza sui modelli di classe medio-superiore, la rivista K-Geld ha confrontato i dati di AutoScout24.ch, il portale web che costituisce il più grande mercato online dell’auto in Svizzera, con i rilevamenti di EurotaxGlass’s di Freienbach, uno dei servizi leader in Europa nella valutazione di vetture nuove e d’occasione.

Per la sua valutazione, AutoScout24.ch disponeva in giugno dei dati emersi dalla registrazione di 240 mila annunci di vetture d’occasione (vedi riquadro). Dall’analisi dei dati, è emerso che incidono poco sul valore di ripresa di un’auto gli interni in pelle (ad eccezione dei modelli di classe superiore a partire dai 60 mila franchi), il tipo di cambio (automatico o manuale) e il preriscaldamento.

Le caratteristiche principali che, invece, contribuiscono a mantenere elevato il valore di un’auto sono le seguenti (in ordine decrescente):

- Tipo di vettura: berlina.
- Colore: nero, seguito da grigio e argento.
- Bagagliaio: circa 2000 cm3.
- Climatizzazione automatica.
- Programma di stabilizzazione elettronico (Esp).
- Cerchioni in alluminio.
- Marca: le vetture tedesche sono le favorite.
- Carburante: benzina.

Nell’auto nuova comfort e sicurezza
Da studi di Eurotax, emerge che gli acquirenti di nuove vetture sono disposti a rinunciare a equipaggiamenti speciali di scarso rilievo per il comfort o la sicurezza. Di questi fanno parte tinte insolite, arredamenti interni speciali in pelle, varianti di colori, alettoni o allargamenti di carrozzeria, aumento della potenza del motore, rafforzamento del telaio e sofisticati impianti musicali.

Equipaggiamenti opzionali costosi come il cambio automatico, fari allo xeno e sedili in pelle sono per contro premesse importanti che ottimizzano il valore di ripresa delle automobili di classe superiore.

Il consumo di carburante sembra essere un criterio irrilevante. Vetture con un ragguardevole valore di ripresa consumavano in media otto litri ogni cento chilometri. L’esperienza dimostra che il consumo, e con esso l’emissione di CO2, gioca un ruolo importante nelle vetture d’occasione, molto meno in quelle nuove, sottolinea Stephan Mller, portavoce del Touring club svizzero.


Le occasioni sotto la lente

AutoScout 24.ch ha analizzato i dati di 240 mila annunci di vendita di auto d’occasione. Sono state selezionate 21 mila vetture immatricolate da tre anni e il cui prezzo da nuove era superiore a 30 mila franchi. Sono state in seguito scelte quelle vetture che nel giugno 2011 avevano mantenuto un valore di oltre il 60% del prezzo originale.

Il campione comprendeva 400 autoveicoli che si differenziavano per marca, colore, versione (cabriolet, convertibile, familiare eccetera), equipaggiamento, baule e consumo di carburante. Sono stati inoltre confrontati i criteri utili a mantenere alto il valore di ripresa.

Bernhard Bircher, K-Geld
Flora Stefanini

Impressum Design by VirtusWeb