HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 4/2013 agosto

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
4/2013 agosto | pagina 16

Capelli: correte ai ripari
Speciali shampoo riportano in vita le chiome rovinate

Gli shampoo repair dovrebbero curare i capelli strapazzati. La maggior parte lo fa davvero. Lo dice un test su 10 prodotti.

Permanenti, tinte, luce solare, acqua salata e clorata nonché l'asciugatura con il fon, alla lunga, rendono i capelli secchi, stopposi e rovinano la loro brillantezza. Il pettine s'incastra e il risultato è un disastro. Grazie alle loro proprietà curative, gli shampoo repair dovrebbero aiutare a ricostruire la struttura dei capelli danneggiati.

La rivista Saldo e la trasmissione Kassensturz hanno mandato in laboratorio dieci shampoo repair tra i più venduti, dove sono stati utilizzati su 20 donne.

Risultato: nessuno ha convinto al 100%. Otto hanno però ottenuto un buon giudizio globale. I vincitori sono gli shampoo Moisture di I am e Oil Repair 3 di Garnier Fructis. Entrambi hanno ottenuto una nota complessiva di 5,3.

Al costo di fr. 3.20 per 250 millilitri, il prodotto di Migros offre anche il miglior rapporto qualità-prezzo. I capelli lavati con I am erano molto facili da districare e pettinare sia da bagnati sia dopo essere stati asciugati. Anche il volume ottenuto è stato soddisfacente.

Risultati molto buoni per quanto concerne la pettinabilità anche per Garnier Fructis, Nivea, Gliss e Elsève.

Nonostante gli shampoo repair, a causa dei loro ingredienti curativi, abbiano la fama di rendere i capelli pesanti, quasi tutti quelli testati hanno ottenuto una buona nota nel criterio del volume. Solo lo shampo bio Jojoba-aloe di Farfalla ha fallito la prova. Sono state carenti sia la pettinabilità sia la qualità della schiuma.

Pettinate difficili con due prodotti
Solo Beauty Kiss di Spar ha permesso una pettinabilità ancora peggiore del prodotto Farfalla. Le carenze dell'unico insufficiente del test sono note al produttore. «In agosto Beauty Kiss sarà sostituito con un prodotto dalla ricetta migliorata», dice Silvia Manser di Spar.

Per avere capelli gradevoli al tatto e di aspetto sano bisognerebbe usare gli shampoo repair di Garnier Fructis, Syoss o Timotei. Sono gli unici tre che nella prova di brillantezza hanno ottenuto buone note. In questo criterio, gli altri sono risultati sufficienti.

Affinché lo shampoo raggiunga i capelli nella quantità ideale e in modo omogeneo dappertutto, dovrebbe essere ben dosabile e facilmente distribuibile. Fructis, Nivea, Gliss, Syoss, Farfalla e Beauty Kiss in questo criterio sono stati quasi perfetti. I am, Elsève, Timotei e Pantene hanno invece ottenuto note solo sufficienti. I am e Pantene soprattutto perché sono difficili da versare.

Nota positiva: tutti gli shampoo repair hanno all'incirca lo stesso effetto antistatico: con questi prodotti nessuno rischia dunque un look da dita nella presa elettrica.

L'Istituto tedesco Dr. Schrader Creachem di Holzminden ha valutato l'applicazione dei 10 shampoo. Per farlo, alcune parrucchiere professioniste hanno svolto un test su mezza testa di 20 donne partecipanti. In seguito hanno confrontato e valutato i capelli lavati delle due metà della testa secondo i seguenti criteri:

- Pettinabilità: i capelli bagnati e asciutti sono facili da pettinare e districare? Sono morbidi al tatto?

- Volume: quanta elasticità e pienezza hanno i capelli? Hanno un aspetto appesantito? Sono facili da acconciare?

- Brillantezza: i capelli hanno un aspetto brillante e curato?

- Schiuma: la schiuma è stabile e a porosità fine? Il prodotto schiuma bene durante il primo e il secondo lavaggio?

- Dosaggio e distribuzione: lo shampoo è ben dosabile e si lascia distribuire bene fra i capelli?

- Carica elettrostatica: lo shampoo ha un effetto antistatico?


Consigli

Sciacquate via bene lo shampoo

Capelli strapazzati:

- Non usate troppo shampoo. Basta il volume di una nocciola.

- Lavateli con acqua tiepida.

- Sciacquate molto bene lo shampoo. Il tempo del risciacquo dovrebbe essere il doppio di quello impiegato per lo shampoo.

- Non asciugateli strofinandoli con troppa forza. Tamponarli con un asciugamano ne protegge la struttura. Districate quelli umidi con un pettine a denti grossi e arrotondati.

- Meglio lasciarli asciugare all'aria. Se dovete usare l'asciugacapelli, impostatelo alla temperatura più bassa.

- Proteggeteli dal sole con un cappello o un foulard.

- Sciacquate i residui di cloro e sale con acqua del rubinetto.

- Usate tinte con colori poco aggressivi o naturali. Limitate al minimo i trattamenti chimici.


Forfora:

- Il lavaggio quotidiano con uno shampoo delicato non danneggia i capelli.

- Meglio non asciugarli con il fon ma all'aria.

- Non spazzolateli troppo spesso e non grattatevi. Ciò irrita il cuoio capelluto e favorisce l'insorgere d'infezioni.

- Il sole ha un effetto curativo sul cuoio capelluto.

- Gli shampoo antiforfora possono aiutare, ma non possono evitarne la causa (reazione del cuoio capelluto a un lievito). Per trovare il prodotto più adatto bisognerebbe provarne diversi, però ognuno per almeno tre settimane. Se anche questo non funziona, bisognerebbe consultare un dermatologo.


Capelli grassi:

- Se necessario, lavateli tutti i giorni.

- Gli shampoo speciali contengono una quantità particolarmente alta di sostanze pulenti e sgrassanti nonché principi attivi che dovrebbero ritardare la nuova formazione di grasso.

- Per evitare la rapida formazione di grasso sui capelli, pettinateli il meno possibile.

- Non usate balsami. Appesantiscono i capelli e fanno ammosciare la pettinatura.


Capelli sottili:

- Shampoo speciali possono dare più volume e forza a corto termine. Lo spessore dei capelli e la loro crescita non possono però essere influenzati.

- I capelli fini sembrano più voluminosi con un taglio corto e scalato. Tagliate regolarmente le punte.

- Dopo il lavaggio fate una preasciugatura con il fon e usate un fissativo. Passate poi la spazzola dalla punta dei capelli verso l'alto o contro la direzione di crescita e asciugateli all’attaccatura. Pettinateli poi solo quando si sono raffreddati.

Gertrud Rall, Saldo
Michela Salvi

Impressum Design by VirtusWeb