HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 4/2001 luglio

Nome: L'Inchiesta
Slogan: L'Inchiesta indaga
Nato il: 17 novembre 1999
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Tutte le edizioni

L'inchiesta su iPad e iPhone
L'Inchiesta indaga sugli abusi che penalizzano il cittadino. Confronta prodotti e servizi. Pubblica test di laboratorio. Aiuta il consumatore a difendere i suoi diritti e a districarsi nella burocrazia quotidiana. Spiega le leggi con una rubrica di domande e risposte giuridiche, in particolare sul diritto del lavoro, diritto di famiglia e diritto delle assicurazioni.

4/2001 luglio

I guardiacaccia pagano il conto
Un'inchiesta amministrativa è sfociata in una denuncia alla magistratura e in 2 ammonimenti Nel numero di settembre dello scorso anno L'Inchiesta aveva fatto luce su un'inchiesta amministrativa aperta nei confronti di alcuni guardiacaccia ticinesi per favoritismo. Ora l'inchiesta è terminata sfoc...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Gelati artigianali nel mirino
Dopo l'indagine sulle gelaterie pubblicata dall'Inchiesta nel suo ultimo numero, Il deputato in gran consiglio Silvano Bergonzoli (Lega dei ticinesi), ha sottoposto al governo un'interrogazione sulla qualità dei gelati artigianali. Nell'analisi effettuata dall'Inchiesta, su 12 gelati esaminati in...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Si picchia il Corvo e si coprono i boss
In Svizzera si lavora al nero per 35 miliardi all'anno, cioè 5 mila franchi a testa neonati compresi. La famiglia di Alberto Zoppi (due adulti e tre bambini) è sotto la media. Dal 1992 ha omesso di dichiarare più o meno 10 mila franchi all'anno incassati con consulenze legali per l'avvocato Francesc...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
L'opinione dell'Ombudsman - Alcolici al supermercato
"Sorry, you can't!". Così, con fermezza, fummo respinti io, mia moglie e i miei due figli (Daniele, allora diciassettenne, e Timoteo, allora quattordicenne) sulla porta di un bar di New Orleans. "I ragazzi devono avere 21 anni". Ci perdemmo così una serata di jazz dal vivo molto attesa. Ma l...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Politica e casinò
In autunno il Consiglio federale assegnerà le concessioni per la realizzazione di almeno 4 Casinò e10 Kursaal. Ma chi non ha le giuste protezioni politiche non avrà chance, come aveva scritto L'Inchiesta lo scorso novembre. L'Inchiesta aveva realizzato un'indagine sui progetti legati ai casinò ti...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Ex poliziotti senza chance
Il Tribunale federale non ha più dato scampo a Eros Bassetti e Diego Toletti, due ex poliziotti accusati di aver stuprato una prostituta 7 anni fa. L'Inchiesta aveva fatto luce su un complotto contro uno dei due. Nel numero di marzo L'Inchiesta aveva documentato come un boss dei night del Bellinz...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
I soldi dei partiti
«Per prevenire la corruzione in politica, bisogna fissare un tetto massimo di spesa durante le campagne elettorali». Questa la tesi del giurista ticinese Tiziano Balmelli riportata nel numero di marzo dell'Inchiesta. In maggio il Partito popolare democratico (Ppd) ha ripreso l'idea con un'iniziativ...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Appalti eccellenti
Invece di attribuire i lavori al miglior offerente, lo Stato privilegia le ditte più grosse. Il contribuente perde milioni. Ecco i meccanismi della spartizione a tavolino Gli appalti ticinesi sono una vera miniera d'oro. Attraverso i concorsi pubblici, lo Stato distribuisce annualmente lavori di ...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
«Ma qui lavorano gli amici del sindaco»
Corruzione: per ottenere mandati bisogna passare dai partiti. Nell'attribuzione dei mandati pubblici il Ticino è caratterizzato da una «zona grigia» fatta di favoritismi, amicizie, collusioni d'interessi, clientelismo e traffico d'influenze. Lo sostiene un'inchiesta apparsa nel libro di recente p...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Moretti, giallo sul testamento
L'ombra dell'avvocato luganese dietro un'eredità di 10 milioni di franchi Da anni due famiglie si danno battaglia per un'eredità di 10 milioni di franchi. Gli ingredienti: una vecchia zia, un testamento rubato e la lunga mano dell'avvocato Francesco Moretti. La battaglia tra famiglie, avvocati...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Ecco chi aiutava Ciro Mazzarella
Le società attive nel contrabbando di sigarette erano gestite dal socio di Geo Camponovo Era il fiduciario Renato Bullani, socio di Geo Camponovo, a gestire le società Gestex e Gisto di Ciro Mazzarella. Lo dimostrano documenti inediti di cui L'Inchiesta è entrata in possesso. All'inizio degli ...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Turismo senza idée
In Ticino i contributi finanziari statali per il settore continuano a crescere, ma di progetti innovativi non se ne vedono. Gli operatori dormono. L'Inchiesta ha indagato Da anni in Ticino i pernottamenti dei turisti non aumentano. Crescono invece i soldi che il cantone riversa nel settore senza ...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
«Vittime del terrorismo mediatico d'Oltralpe»
Un turismo di giornata sottovalutato, un'offerta turistica troppo frammentata e un terrorismo mediatico d'Oltralpe. L'Inchiesta ha parlato dei mali che affliggono il turismo ticinese con il suo direttore, Giuseppe Stinca. Signor direttore, ultimamente l'abbiamo sentita lamentarsi del problema...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Lucomagno: il doppio gioco dell'apertura invernale
A parole le autorità ticinesi vogliono tenere aperto il passo anche con la neve. In pratica cercano di tenerlo chiuso. Per evitare che i turisti scappino nei Grigioni Anche gli specialisti avevano detto che lo si poteva aprire tranquillamente. Ma nonostante le promesse della vigilia le autorità t...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Pasta fresca avariata
L'Inchiesta ha esaminato in laboratorio lasagne, ravioli, gnocchi e cicche del nonno. Quasi l'80% dei prodotti non era conforme. Conseguenza: tre supermercati hanno ritirato la merce dai loro scaffali Nei negozi e nei supermercati ticinesi viene venduta pasta fresca in cui pullulano i germi. L'ha...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Balsamo all'aceto
Esaminati 11 tipi di aceto balsamico. Buono il gusto, ma cattiva la qualità Il prezzo dell'aceto balsamico non è sempre un'indicazione di qualità. Un test della rivista Saldo mostra le principali differenze tra i vari prodotti in commercio. La degustazione delle 11 marche di aceto, da parte...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Guanti cancerogeni
Su 24 paia di guanti da lavoro solo 5 non contenevano veleni Allarme per gli appassionati di giardinaggio e "fai da te". Nei guanti da lavoro sono state trovate delle sostanze pericolose per la salute. E i più cari non sono i migliori. L'istituto di ricerca Wiertz-Eggert-Jörissen ha esaminato ...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Guerra alle zanzare
Servono prodotti efficaci, ma non sempre quelli chimici sono i migliori Grazie ai prodotti chimici è possibile tenere lontane le zanzare anche per otto ore. Spesso però bastano anche prodotti blandi e naturali. Con le tiepide serate estive ricomincia la lotta contro i succhiatori di sangue. A...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Poca carne, tante calorie
Più pane grattugiato che pollo nelle fettine impanate Le fettine di pollo impanate possono contenere più pane grattugiato che non carne di pollo. Lo dimostra un test effettuato su 15 qualità di chicken-nuggets. Il laboratorio cantonale di Ginevra, in collaborazione con le trasmissioni per i co...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Yogurt senza fragole
Secondo la legge svizzera se uno yogurt è "alle fragole" deve per forza contenere il frutto stesso. Ma le fragole prodotte nel mondo non bastano neppure per soddisfare il fabbisogno degli Stati Uniti d'America. E allora vengono utilizzati aromi chimici o "naturali". L'ammanco di fragole spinge i ...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Prodotti Aviva ritirati
I cibi addizionati della linea Aviva, prodotti dalla Novartis, sono stati ritirati dal mercato. Motivo: sono troppo cari e non hanno riscontrato il successo di mercato desiderato. Già nel 2000 la rivista Saldo ne aveva criticato il prezzo. Si trattava soprattutto di barrette ai cereali, succhi d...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Pappine per bebè a rischio di allergie
Secondo i produttori le pappine addizionate di vitamine, sali minerali, batteri e quant'altro rendono i neonati più sani e intelligenti. Di parere contrario sono invece molti esperti. Per i genitori frettolosi le pappine già pronte possono essere una comodità. In gergo si chiamano functional food...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
La farsa del latte "più sano"
Contrariamente agli slogan, l'aggiunta di sostanze trae in inganno il consumatore Il latte arricchito con vitamine, calcio e altre sostanze dovrebbe essere più sano. Di sicuro questo nuovo prodotto arricchisce le casse dei produttori. Dalla mungitura della mucca al carrello della spesa il lat...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Io rompo, tu paghi
Ecco a cosa fare attenzione quando si stipula una polizza assicurativa per la responsabilità civile. Non tutti i rischi sono coperti. E i premi sono molto diversi L'assicurazione responsabilità civile copre i danni causati a terzi. Ma non tutte le compagnie coprono le stesse prestazioni. E i prem...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Posso farmi rimborsare la vera rovinata?
«Sono sposata da poco. Qualche giorno fa sono stata a teatro con mio marito. Alla fine abbiamo applaudito con entusiasmo. Il mattino seguente mi sono accorta con orrore che mancavano 10 dei 18 brillanti della mia vera del valore di 2'600 franchi. Mi sono recata subito dal gioielliere, gli ho s...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
La mia ex fidanzata deve ridarmi l'anello?
«La mia fidanzata mi ha lasciato. Le avevo regalato un anello di famiglia. Si tratta di un pezzo ereditato, che passa da una generazione all'altra. Posso chiedere la restituzione dell'anello?» Sì. Siccome eravate fidanzati può pretendere la restituzione dell'anello. Secondo la legge se il f...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Se suona il telefonino il docente può ritirarlo?
Cellulari a scuola: ecco le punizioni permesse e quelle proibite «Nella nostra scuola secondaria vige la regola che se il telefonino di un allievo suona durante l'ora di lezione il docente può ritirarlo. A me è successo, e il docente mi ha restituito l'apparecchio solo tre settimane dopo. ...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]
Soldi buttati nel "rüt"
Per la stazione di trasbordo dei rifiuti a Giubiasco il dipartimento del territorio ha privilegiato un consorzio sponsorizzato dal Ppd. Uno spreco di 24 milioni Era più caro della concorrenza. Ma siccome era appoggiato dal Ppd, il consorzio Bizzozero-Sabesa ha ricevuto l'appalto per la stazione d...
Continua [L'Inchiesta, 4/2001]

Impressum Design by VirtusWeb